Ultraleggero si rovescia in fase di atterraggio sul monte Pasubio

In fase di atterraggio con il suo Savage, il pilota si è rovesciato, non distante dal rifugio Lancia. Rimasto praticamente illeso, è stato lui stesso ad avvisare l'aeroporto Caproni e i soccorsi

Atterraggio sfortunato sul monte Pasubio per un 52enne veneto che pilotava un aereo ultraleggero partito dall'avio superficie di Sarègo, in provincia di Vicenza. In fase di atterraggio con il suo Savage, il pilota si è rovesciato, non distante dal rifugio Lancia. Rimasto praticamente illeso, è stato lui stesso ad avvisare l'aeroporto Caproni e i soccorsi. Sul posto l'elicottero di Trentino Emergenza che ha portato l'uomo all'ospedale di Rovereto per accertamenti, e il nucleo Saf dei vigili del fuoco di Trento che hanno messo in sicurezza il velivolo verificando che non ci fossero rischi di inquinamento ambientale come la perdita di carburante. Il Savage è un aereo per piloti esperti, adatto a planare in alta montagna, su superfici irregolari e in spazi brevi. Della dinamica dell'incidente si occupano i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

  • Trento Città del Natale: Mercatini, Notte Bianca, Capodanno. Ecco tutte le novità

  • Camion sbanda e finisce contro il guard rail: chiusa una corsia della Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento