Cavalese, incendio al cinema-teatro. Quasi distrutto l'edificio

L'allarme lanciato da alcuni norgevesi. La prima ricostruzione dei carabinieri: le fiamme partite dalla zona sopra il palco. Il tetto ha ceduto, salvo l'ingresso

Un intenso incendio è scoppiato ieri notte all’interno del cinema-teatro di Cavalese, in val di Fiemme. L'edificio è stato in gran parte distrutto. Al momento tutte le ipotesi sono ancora al vaglio e i carabinieri stanno indagando per chiarire le cause del rogo. Le fiamme sembrano essersi sviluppate verso le 2.30. I primi ad accorgersi delle fiamme sono stati dei norvegesi che passavano davanti al teatro poco dopo le tre. Sul posto subito i vigili del fuoco di Cavalese, di Tesero, di Carano e i permanenti di Trento che hanno cercato di limitare i danni. 
La struttura, simbolo della comunità e dell’intera valle, impegnata nei campionati di sci di fondo terminato domenica, era stata ristrutturata da poco e rispondeva a tutte le norme sulla sicurezza.

Questa la prima ricostruzione dell’accaduto effettuata dai carabinieri della compagnia di Cavalese coordinata dal capitano Andrea Moglia. A quanto risulta l’incendio sarebbe scaturito da una zona posta sopra il palco. Un particolare insolito secondo quanto hanno notato i militari. Alle 02.26 il fumo ha fatto scattare l’allarme anti-incendio interno. Alcuni stranieri ospiti, svegli perché stavano per partire dopo la fine dei mondiali di sci di fondo, hanno tempestivamente telefonato al 112. I carabinieri che erano passati poco prima senza notare alcuna anomalia, sono tornati sul posto. Subito dopo la sirena della caserma posta sopra la sede della compagnia ha suonato richiamando le prime squadre dei pompieri.
Le fiamme sono state domate completamente alle sei da 60-70 vigili del fuoco tra volontari e permanenti di Trento. Gli ingenti danni sono ancora da quantificare, e sono praticamente del tutto assicurati con il gruppo Itas. Il palazzo degli anni Trenta ha visto sin da subito il cedimento del tetto nella parte retrostante, poi il fumo rovente ed il fuoco hanno attinto dall’interno i muri perimetrali. Sono salvi il bar, la saletta della Magnifica comunità e la parte all’ingresso del teatro.
 
Al momento, specificano i militari, nessun dettaglio pratico fa dedurre il dolo. C’è solo un’ipotesi basata sul mero fatto di aver trovato tre porte (quelle dotate di maniglione antipanico) aperte senza effrazione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento