L'onda dell'arte: nuovo murales alla biblioteca di Caldonazzo

Il significato dell'opera artistica che abbellisce l'accesso alla biblioteca comunale di Caldonazzo. Un progetto all'interno del Piano giovani zona Laghi Valsugana (http://laghivalsugana.blogspot.it)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

La spiegazione dell'opera da parte di Ignazio Lago, docente di educazione artistica.

Abbiamo lavorato su un'idea semplice, aperta e progressiva.
Il tema affrontato è la scrittura come generatrice poetica di senso.
L'immagine inizia volutamente in bianco e nero e ritrae delle sagome di uccelli su un albero delimitate da una finta (?) cornice. Le cime dei rami dell'albero spezzandosi si trasformano in un volo di uccelli, che uscendo dal limite della cornice vanno a formare il grande uccello colorato. Il grande uccello trasporta un libro dal quale piovono a cascata una moltitudine di lettere che danno origine alla narrazione e, in senso simbolico, ai mille colori della conoscenza.
Si inizia con una stanza vuota con una grande vetrata che dà su un paesaggio montano, attraversata dal flusso di uccelli e lettere che, fondendosi idealmente assieme, continuano la loro via trasformandosi in pesci. E' una stanza vagamente surreale ma che invita all'abitare e a vivere i luoghi della conoscenza come spazi creativi e ludici.
La scena successiva è idealmente un'immagine subacquea e ritmica. La propagazione delle onde genera una grande nota gialla su un fondale immaginario attraversata da tanti pesci dalle forme fantastiche. A capo della moltitudine di pesci c'è un pesce-guida giallo che con le sue bolle genera l'immagine dell'universo. In senso simbolico, la vita che viene dal mare.
Nella successiva immagine planetaria, formata da stelle e meteoriti che vagano immersi in un blu profondo, c'è anche il piccolo pianeta terra. Da un punto sulla terra a forma di cuore si generano tanti libri che a mano a mano si trasformano in libri farfalla. In senso simbolico, la bellezza e la leggerezza del sapere, che mai impone le idee con la forza e la retorica. I libri farfalla sono portatori di messaggi poetici e si librano leggeri verso la luce solare.
Dall'energia del sole tutto ripartirà per un nuovo viaggio.
Questo lavoro è, dunque, un'onda che esprime il senso di un viaggio infinito e sempre in trasformazione, intrapreso grazie al bisogno di conoscenza che nasce dalla leggerezza di un volo, da un battito d'ali, dalla mancanza di gravità.
La cosa sorprendente è che tutto questo si è sviluppato dal bisogno creativo di ogni piccolo artefice di quest'opera collettiva. La creatività porta in sé forze relazionali inestimabili.

Torna su
TrentoToday è in caricamento