Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

Casi anche in Trentino: la colpa è di un parassita contenuto nelle deiezioni degli uccelli

Dopo il caso di 12 bagnanti "contagiati" al Lido di Lonato, sulla sponda bresciana del lago di Garda, il problema arriva anche in Trentino. Secondo quanto segnala il quotidiano online LaBusa.info anche a Punta Sabbioni si sarebbero verificati dei casi di bagnanti che, dopo essersi immersi nelle acque del Garda per un bagno rinfrescante, sono usciti con puntini rossi sulla pelle ed un fastidioso prurito. 

Zecche: i consigli del Soccorso Alpino

La causa sono le deiezioni di uccelli acquatici quali germani, folaghe e cigni, che contengono un particolare parassita, responsabile dell'irritazione. Negli adulti tutto si può risolvere con una rapida doccia all'insorgere dei sintomi. Più attenzione invece per i bambini, nel qual caso è bene rivolgersi ad un farmacista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Incidente in A22, si schianta contro un tir in sosta: morto 53enne

Torna su
TrentoToday è in caricamento