Torna la truffa dei rilevatori di gas venduti porta a porta

Numerose segnalazioni a Trento ed in Valle dei Laghi. Attenzione alla truffa: il rilevatore non è obbligatorio, ed i venditori non hanno un mandato delle aziende di fornitura

Nuovi casi, vecchia truffa: sono molte le segnalazioni in Valle dei Laghi ma anche nella città di Trento di venditori porta a porta che si propongono perinstallare rilevatori di gas a loro dire obbligatori. 

Le aziende di fornitura energetica del territorio prendono le distanze, specificando che questi sedicenti addetti non sono loro dipendenti. Inoltre occorre prestare la massima attenzione ai prezzi, spesso raddoppiati e da saldare in nero, senza ricevuta. 

Come spesso accade in questi casi le persone prese di mira dai truffatori sono anziani. In caso di dubbio è sempre  meglio contattare le forze dell'ordine. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento