Freddo? Il riscaldamento si può già accendere: ecco l'avviso del Comune

Fino al 15 ottobre per un massimo di 7 ore ed una temperatura inferiore ai 20° nelle case sotto i 430 metri di quota

"Che freddo! Quand'è che si potranno accendere i termosifoni?". La "domanda di stagione" si presenta puntualmente anche quest'anno, ed anche quest'anno ribadiamo che in realtà i termosifoni si possono già accendere. Nel periodo estivo, infatti, vige solamente una limitazione temporale (non più di 7 ore al giorno) per le abitazioni sotto i 430 metri di altitudine, mentre per quanto riguarda la temperatura il limite di legge, dei 20°, vige tutto l'anno. Ecco l'avviso del Comune di Trento:

Gli impianti di riscaldamento possono essere già accesi: per 7 ore al giorno fino al 14 ottobre, per 14 ore (tra le 5 e le 23) a partire dal 15 ottobre, anche negli edifici privati a quote più basse dei 430 metri.

L’accensione degli impianti termici nelle abitazioni è legata alla quota sul livello del mare in cui si trova l’edificio interessato. La zona climatica “F” individua gli edifici sopra i 430 metri sul livello del mare, la zona climatica “E” individua gli edifici nella restante parte del territorio comunale.

Nella zona climatica “F” il funzionamento degli impianti termici non è soggetto ad alcuna limitazione né riguardo al periodo dell'anno né alla durata giornaliera.
Nella zona climatica “E” l’esercizio degli impianti termici è limitato ad un massimo di 14 ore giornaliere, distribuite tra le 5 e le 23, per il periodo compreso tra il 15 ottobre e il 15 aprile.

Al di fuori di tale periodo (quindi dal 16 aprile al 14 ottobre) gli impianti termici possono essere accesi per un massimo di 7 ore al giorno dalle 5 alle 23. La temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento