Asili chiusi, la Provincia sospende i pagamenti ma solo per il tempo prolungato

Sospensione fino all'autunno del pagamento per le famiglie con bambini al tempo prolungato, ma solo negli asili (e non nei nidi). Questa la proposta dell'assessore Bisesti

Sospensione dei pagamenti per le famiglie che in questo periodo hanno i bambini a casa, ma solo per la parte relativa al servizio di orario prolungato negli asili (e non nei nidi), il cosiddetto "posticipo".

L'assessore all'Istruzione Mirko Bisesti, in un comunicato, assicura che "la Provincia sta mettendo in campo tutti gli strumenti possibili per attenuare, sia dal punto di vista pratico che economico, le difficoltà delle famiglie che oltre al problema sanitario devono far fronte alla quotidianità senza poter contare sui servizi educativi per i propri figli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ora, però, la sospensione del pagamento riguarda solo i bambini iscritti al prolungamento d'orario. La proroga attualmente scadrà il 23 maggio ma Bisesti ha proposto di farla slittare fino al'autunno. In ogni caso l'ipotesi riguarda solo le scuole d'infanzia, quindi gli asili e non gli asili nido. La Giunta dovrà decidere se adottare la proposta. Per tutti gli altri casi la retta rimane invariata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Trentino, visite specialistiche gratuite per le donne: come effettuarle

Torna su
TrentoToday è in caricamento