Seggiolini anti-abbandono: attenzione all'acquisto online, serve la certificazione

L'anticipo dell'obbligo al 7 novembre ha generato non poca confusione, ecco i consigli del Cento Tutela Consumatori Trento

Seggiolini anti-abbandono: attenzione alla dichiarazione di conformità. A mettere in guardia i genitori, spiazzati dalla decisione di anticipare l'obbligo al 7 novembre 2019 anzichè al febbraio 2020, è il Centro Consumatori di Trento il quale ricorda che effettivamente i dispositivi sono già in commercio ma"per essere a norma devono essere accompagnati dalla dichiarazione di conformità fornita dal produttore".

E' proprio la mancanza di questa certificazione, o comunque il ritardo nel fornirla, ad aver creato particolare confusione. Si pensi solamente agli acquisti via web: chi compra i dispositivi su internet, perlopiù provenienti dall'estero, non ha alcuna garanzia riguardo alla conformità alla legge italiana appena entrata in vigore. Conformità che, tra l'altro, è il criterio in base al quale le forze dell'ordine possono decidere di staccare la multa, da 91 a 356 euro più 5 punti decurtati dalla patente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro Consumatori ricorda le caratteristiche fondamentali che devono avere i dispositivi per essere conformi. Il dispositivo: deve segnalare l'abbandono mediante segnali visivi e acustici percepibili all'interno o all'esterno del veicolo; deve attivarsi automaticamente segnalando l'avvenuta attivazione; se alimentato a batteria deve segnalare il livello di carica insufficiente; il sistema deve essere in grado di attivare eventuali sistemi di comunicazione automatici per l'invio di messaggi o chiamate attraverso reti di comunicazione mobile senza fili. Modelli così, chiaramente, esistono già ma manca la certificazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento