Scuole chiuse: a casa anche il personale non docente. Cgil: "No a ferie e congedi"

Il sindacato: "Serve una moratoria anche per il personale ATA"

"Giusto obbligare il personale ATA a stare a casa, ma non imponendo ferie e congedi". A ribadirlo è la Cgil del Trentino, che interviene per segnalare la situazione del personale non docente nelle scuole chiuse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non si può navigare a vista. E’ sbagliato imporre al personale Ata della scuola, poco meno di mille dipendenti, ferie e congedi obbligati per stare a casa a causa dell’emergenza coronavirus. Tutti dobbiamo rispettare le regole imposte dal Governo per contrastare l’avanzata del contagio, ma si devono usare gli strumenti che ci sono e non penalizzare i lavoratori”. Lo dice la segretaria della Flc del Trentino Cinzia Mazzacca dopo il confronto deludente con i vertici del Dipartimento della Conoscenza. Sulla scuola, lamenta Flc,  la Provincia non sta adottando misure adeguate all’attuale situazione straordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Terribile schianto sulla tangenziale di Lavis: due feriti gravi

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento