I soldi della pubblicità per finanziare la pulizia dei muri dalle scritte

Accordo tra Comune e Provincia per rifinanziare il fondo, esaurito nel giro di un anno, per ripulire i muri della città

I soldi dei cartelloni pubblicitari per pagare la pulizia dei muri di Trento dalle scritte. Questa l'idea che mette d'accordo Comune e Soprintendenza, dopo l'esaurimento dei 70.000 euro stanziati nel 2018, che sarebbero dovuti bastare per due anni. 

Nello scorso mese di novembre la Giunta comunale ha approvato alcune modifiche al Piano degli impianti pubblicitari, introducendo la possibilità di autorizzare, previa valutazione da effettuarsi di volta in volta, l'installazione di impianti pubblicitari in deroga al piano, sia temporanei, qualora l'installazione sia ritenuta di pubblico interesse, sia permanenti, in presenza di un impegno finanziario a sostegno di iniziative di pubblico interesse.

A fronte di due richieste di installazione permanente in deroga al piano, pervenute da altrettanti soggetti, che hanno offerto entrambi 5mila euro all'anno per tre anni, il servizio Risorse finanziarie ha attivato un confronto con il servizio Gestione strade e parchi per valutare la possibilità di veicolare il finanziamento proposto dai richiedenti a sostegno del “servizio di ripristino di intonaci danneggiati da atti vandalici su superfici esterne di edifici privati”.

Altra novità, per il cittadino, l'intervento sarà gratuito e non più, come in passato, soggetto al pagamento di 120 euro, tariffa forfettaria che tra l'altro copriva solo in minima parte le spese. La Soprintendenza, da parte sua, si impegna ad autorizzare gli interventi di pulitura sugli immobili, che verranno realizzati ad opera del Comune di Trento secondo le modalità operative indicate nelle Linee guida di intervento allegate al protocollo stamani.

Gli interessati possono rivolgersi all'Ufficio relazioni con il pubblico, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16.30 (n. tel. 0461/884453 - n. verde 800/017615), dove è possibile ritirare il modello di richiesta, disponibile anche on line sul sito del Comune.

È possibile anche segnalare situazioni di degrado che non riguardano la propria proprietà, utilizzando gli strumenti di contatto con l'Urp. Se la segnalazione riguarda un edificio di proprietà comunale l'intervento viene effettuato direttamente dal servizio Gestione fabbricati.

Se invece è relativo ad una proprietà privata, la segnalazione viene girata al servizio Gestione strade e parchi che, dopo aver effettuato un sopralluogo per verificarne l’esattezza, invia al proprietario o all'amministratore di condominio dell'edificio interessato la proposta di adesione al servizio di rimozione scritte, graffiti, imbrattamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento