Università di Trento: arrivano le mascherine donate da prof e studenti cinesi

Grande raccolta fondi in Cina tra studenti, prof e ricercatori che sono passati per l'Università di Trento

Uno dei pacchi arrivati a Trento

La pandemia di coronavirus ha dimostrato quanto sia interconnesso il mondo in cui viviamo: se questo vale per il virus vale però anche per la solidarietà. Dalla Cina sono arrivate quarantamila mascherine per la sanità trentina: a raccogliere i fondi necessari per l'acquisto, ed a spedire il tutto a Trento, sono stati alcuni ex alunni, professori e ricercatori cinesi che hanno frequentato l'Università di Trento grazie all'accordo che da due anni lega l'ateneo trentino alla Jiangsu University.

Coronavirus: ecco come sostenere l'Apss

Cinesi che hanno studiato o lavorato in UniTrento si sono attivati in una grande raccolta fondi e materiali a favore del Trentino che sono stati inviati ieri alla volta dell'Italia. Il gesto è nato dalla volontà di proseguire anche sul piano concreto della solidarietà la collaborazione scientifica e accademica. 

La fornitura è stata inviata nella serata di ieri alla Croce Rossa trentina per via aerea. Oggi è stata inviata un’ulteriore fornitura di altre 2400 mascherine professionali, 200 paia di occhiali di protezione e 1000 guanti. Sui pacchi inviati in Trentino una frase di Bahaullah, mistico persiano del XIX secolo che riniva in un'unica fede tutte le religioni rivelate; un invito sentirsi vicini: “Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino”. E una cartolina: “Un aiuto superveloce da grande distanza per Trento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Ateneo, a nome dell’intera cittadinanza trentina, ha risposto con gratitudine ai colleghi e alle colleghe e agli ex studenti cinesi che hanno mostrato in questo momento grande vicinanza e solidarietà.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento