Ledro: rubate 600 posate alla Pro Loco dopo la festa

Triste episodio in Val di Concei dopo la Marcia del Buongustaio, la Pro Loco su facebook: "Diteci dove sono nascoste"

Furto ai danni della Pro Loco di Concei, in Val di Ledro, dopo la Marcia del Buongustaio. Qualcuno, definito con un eufemismo "intemibile buontempone" nel post pubblicato su facebook, ha fatto sparire due grosse scatole di plastica contenenti le 600 posate utilizzate per la manifestazione gastronomica. 

La Pro Loco aveva scelto di utilizzare stoviglie lavabili nel rispetto dell'ambiente. Una scelta encomiabile, ma impegnativa, che ha visto i volontari al lavoro per lavare tutte le posate al termine dell'evento. Le posate sono state poi stipate in due casse di plastica, pronte per essere restituite, dal momento che erano state noleggiate.

Ora la Pro Loco dovrà pagare circa un euro a posata, un danno non da poco per l'associazione di un piccolo paese. Si è deciso dunque di dare risalto al fatto attraverso facebook nella speranza che i ladri si pentano: "Cosa se ne fa uno di 600 posate? - si legge nel post - Non volendo pagare 600 euro per questo scherzo di poco gusto chiediamo gentilmente che ci rivengano consegnate o che ci venga detto dove siano state nascoste. Se nel giro di qualche giorno non verranno ritrovate saremo costretti a sporgere denuncia agli organi competenti". 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento