Olimpiadi Invernali 2026: tutti gli impianti in Trentino

Nel 2026 i giochi olimpici si disputeranno a Milano e Cortina, ma molte gare si svolgeranno anche nelle province di Trento e Bolzano

Immagine repertorio

Predazzo, Tesero e Baselga di Piné. Saranno queste le sedi trentine delle Olimpiadi Invernali 2026, che, come annunciato lunedì, si svolgeranno a Milano e Cortina. Le due province autonome di Trento e Bolzano ospiteranno gare di pattinaggio di velocità a Baselga di Piné, gare di fondo in valle di Fiemme, di salto con gli sci al Lago di Tesero e allo stadio 'Giuseppe Dal Ben' di Predazzo e di biathlon allo stadio di Anterselva, in Alto Adige.

"Un successo per tutta l'Italia sportiva e per il Trentino - ha dichiarato la presidente del Coni - Comitato provinciale di Trento, Paola Mora dopo la notizia della vittoria su Stoccolma -. Il mio grazie va al presidente del Coni, Giovanni Malagò, che in questi mesi si è speso in prima persona per sostenere la candidatura assieme ai quadri tecnici e manageriali che compongono il nostro movimento sportivo. Un plauso va anche ai dirigenti della Provincia autonoma di Trento assieme ai responsabili dei tre siti di gara: Predazzo, Tesero e Baselga di Pinè. Questo risultato è il giusto premio per l'impegno istituzionale profuso".

Le gare e gli impianti in Trentino

Il Trentino sarà protagonista delle Olimpiadi con tre impianti all'ombra dei 'Monti Pallidi', tutti già esistenti e utilizzati da diversi anni. Il pattinaggio di velocità avrà casa nella pista di pattinaggio di Baselga di Piné (attualmente a cielo aperto) che è già stata designata come sede di grandi eventi come l’Universiade invernale nel 2013 e dei Campionati del Mondo Juniores nel 2019. L'impianto, secondo quanto si legge nel dossier, sarà rinnovato e coperto; offrirà una capienza di 5mila posti a sedere e verrà utilizzato per allenamenti e  competizioni d’élite.

Le competizioni legate allo sci nordico, invece, si svolgeranno a Tesero, location che ha già ospitato altri grandi eventi tra cui tre campionati del Mondo e una Universiade invernale. La sede — già attrezzata —  sarà uno dei principali elementi di attrazione, con una capienza fino a 30mila persone. L’impianto di illuminazione esistente permetterà anche di ospitare gare in notturna.

Le gare di salto con gli sci si svolgeranno a Predazzo su uno degli impianti che ogni anno viene utilizzato per la Coppa del Mondo. L’impianto si estende su una superficie di 3mila metri quadrati e si compone di due trampolini principali (HS 134 e HS 106), tre trampolini scuola e una serie di strutture attrezzate per atleti, giudici, federazioni, giornalisti e broadcaster. La struttura è in grado di ospitare 20mila spettatori.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento