Apre un nuovo gruppo Facebook di Trento dopo l'hackeraggio di Nameless

La polizia postale: "Nel caso in cui si prefigurino reati, le parti offese dovrebbero sporgere denuncia formale"

Il nuovo gruppo Facebook

Si chiama 'Sei di trento se 2.0' ed è il nuovo gruppo Facebook creato per consentire ai locali di scambiarsi foto, notizie e informazioni dopo che il gruppo Sei di Trento se...' è stato hackerato da Nameless 1.0, il quale con decine di profili fake ha riempito la pagina di insulti e frasi oscene contro i trentini. 

"Abbiamo dato vita al nuovo 'Sei di trento se...' e vorremmo ricreare il bel gruppo che c'era un tempo prima che degli hacker rovinassero tutto", scrive uno degli amministratori della nuova pagina.

Le indicazioni della polizia postale

Nel frattempo la polizia postatale segnala che per procedere contro i responsabili del hackeraggio firmato Nameless è necessario che "qualcuna delle parti offese sporga formale denuncia", qualora sia prefigurabile qualche tipologia di reato, dalle minacce agli accessi abusivi. Solo in seguito a una valutazione dell'autorità giudiziaria, infatti, gli agenti potranno chiedere ai gestori europei di Facebook di poter acquisire i dati informatici necessari per identificare i colpevoli, direttamente da Dublino, dove la piattaforma ha sede. Per perseguire gli hacker una volta entrati in possesso dei dati, è poi necessario "avviare un vero e proprio procedimento penale", spiega la postale. 

Il consiglio, ovviamente, è quello di uscire dal gruppo hackerato e di ignorare offese e oscenità pubblicate dai troll con il solo scopo di fomentare rabbia e odio tra gli utenti di Facebook. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento