In Trentino Alto Adige il rischio di morire sul lavoro è il doppio della media nazionale

I morti sul lavoro sono triplicati a Trento e Bolzano, dove purtroppo si registrano già 25 decessi nei primi 9 mesi del 2019

Trentino Alto Adige in cima alle classifiche per qualità della vita, ma sulla qualità del lavoro, forse, c'è da farsi qualche domanda. Contrariamente a quanto avviene nel resto del Paese, infatti, nelle province di Trento e Bolzano le morti sul lavoro sono aumentate, anzi triplicate, nel giro di un anno. La regione è al terzo posto in Italia per incidenza della mortalità sulla popolazione lavorativa.

Nel 2018 si registrarono, purtroppo, 9 morti sul lavoro in regione. Nel 2019 il numero, preoccupante, è di 25 decessi. Casi, tra l'altro, equamente distribuiti tra Trento e Bolzano: 11 e 14, rispettivamente, i decessi rilevati in un anno.

Il dato arriva dall'annuale studio dell'Osservatorio Sicurezza e Lavoro di Vega Engineering di Mestre sulla base dei dati Inail. "In Trentino Alto Adige - spiega una nota di Vega Engineering -  il rischio di morire sul lavoro in Trentino Alto Adige è quasi doppio rispetto alla media del Paese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

Torna su
TrentoToday è in caricamento