"Mafia" dei funghi: italiani fermati in Tirolo con 42 chili, bagagliaio trasformato in frigo

Difficile credere che i due fossero semplici turisti, si tratta del secondo caso eclatante in una settimana che vede coinvolti italiani

Intervento della polizia austriaca al di là del Brennero, arrestati due italiani. Questa volta non si tratta di droga o contanti, oggetto di frequenti sequestri al confine, ma di qualcosa di altrettanto illecito, oltre le quantità previste dalle norme, e virtualmente molto redditizio.

Erano probabilmente destinati al mercato nero i 42 chili di funghi porcini e gallinacci trovati nell'auto della coppia, 56 anni lui e 46 lei. I due stavano trasportando il "raccolto" in Italia all'interno di un apposito box frigo nel bagagliaio. Difficile credere che si trattasse di semplici turisti.

In ogni caso la normativa austriaca, così come quella italiana al di qua del valico, permette un massimo di due chili a persona al giorno. Salatissima la multa: 1.000 euro. Non si tratta del primo caso: la scorsa settimana tre italiani sono stati sorpresi con 62 chili. I giornali tirolesi parlano già di "mafia dei funghi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento