Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

Area accessibile solamente con i quattro impianti di risalita. Treni e bus-navetta gratuiti, ecco tutte le informazioni

Ci saranno treni speciali sulla linea della Val Pusteria e servizi bus-navetta ma non si potrà raggiungere Plan De Corones a piedi: questo quanto prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher in vista dell'attesissimo concerto di Jovanotti sabato 24 agosto al quale sono attese circa 28.000 persone.

La zona del concerto, dunque, sarà accessibile solamente in funivia: tutti gli impianti di risalita dell'area saranno in funzione per l'occasione. Vogliamo guidare il gran numero di visitatori in canali ordinati e dare ai partecipanti al concerto l'opportunità di arrivare e partire in modo agevole, sicuro e rispettoso dell'ambiente, evitando allo stesso tempo un volume molto elevato di traffico nei villaggi e nelle strade" sottolinea Daniel Alfreider, assessore alla Mobilità ella Provincia autonoma di Bolzano.

Collegamenti ogni mezz’ora in entrambe le direzioni

Per il concerto di Jovanotti "Jova Beach Party 2019" in programma per sabato, sulla linea ferroviaria della Val Pusteria tra Fortezza e San Candido verranno utilizzati 13 treni FLIRT aggiuntivi. In tarda serata fino a poco dopo mezzanotte forniranno collegamenti ferroviari ogni mezz'ora in entrambe le direzioni. "Dopo il concerto, tra le 21 e mezzanotte, oltre 5.000 passeggeri per direzione potranno essere trasportati su questi treni speciali, il che contribuirà a una significativa riduzione del traffico" spiega l’assessore provinciale Alfreider.

Durante il giorno, la linea ferroviaria della Val Pusteria viaggia a cadenza oraria, dalle 19,50 la frequenza dei treni sarà ogni mezz'ora. Per gli spettatori con un biglietto valido per il concerto, l'uso di tutti i treni sulla tratta tra Fortezza e San Candido sarà gratuito per tutta la giornata del 24 agosto e la notte del 25 agosto 2019.

Divieto di circolazione anche a piedi

Il divieto di circolazione scatterà alle 6:00 sabato 24 agosto fino all’1:00 di domenica 25 agosto e proibisce di circolare a piedi o con qualsiasi veicolo, a motore e non, nella zona in quota sopra i 2.000 metri di quota. "Le incertezze meteorologiche e il protrarsi della manifestazione oltre l’imbrunire rendono necessario, per motivi di pubblica sicurezza, autorizzare l’afflusso e deflusso delle persone al Plan de Corones esclusivamente con i quattro impianti di risalita, con conseguente divieto assoluto di circolazione con veicoli e a piedi nella zona in quota" si legge nella nota.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Incidente a Ledro, motociclista perde il controllo e si schianta: portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento