Sci, in Trentino un incidente ogni 10mila passaggi, di cui uno mortale all'anno

Negli ultimi anni si registra un incremento proporzionale alla crescita del numero di impianti

Repertorio

Ogni 10mila passaggi sulle piste da sci in Trentino si registra un incidente. E ogni anno uno degli infortuni ha esito mortale. Lo ha evidenziato un convegno che ha messo a confronto, presso il Polo Tecnologico di Rovereto, oltre 150 operatori delle ski area alpine provenienti da Alto Adige, Belluno, Verona e Valle d'Aosta.

Ad organizzare la giornata formativa, rivolta a operatori, gestori, forze dell'ordine, soccorritori, la Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Ordine ingegneri e Trentino School of Management. I dati presentati, raccolti dalla fine degli anni '90, mettono in luce un incremento del numero di incidenti sugli sci proporzionale all'aumento di passaggi agli impianti: 5 anni fa, con 60 milioni di passaggi annui, si registravano 8mila infortuni; nell'ultima stagione invernale completa i passaggi sono stati 80 milioni e si è saliti a 10mila episodi. 

Nella Provincia autonoma di Trento si sono verificati dieci incidenti mortali nel corso dell'ultimo decennio, di cui sette a seguito di un'uscita di pista autonoma degli sciatori. In otto casi su dieci, inoltre, gli infortuni sugli sci concernono cadute senza scontro con altri sciatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento