'Un custode per il quartiere': a Trento arriva il presidio di guardie giurate armate e a piedi

La sperimentazione prevede che lavorino otto ore al giorno per cinque giorni su sette. Il progetto durerà un anno

Guardie giurate in città (foto da cittadinidellordine.com)

Si chiama 'Un custode per il quartiere' ed è il progetto che a partire da lunedì 8 luglio proporrà in via sperimentale un presidio straordinario di guardie giurate in alcune zone considerate 'sensibili' di Trento. Protagonista dell'iniziativa sarà l'istituto di vigilanza privata 'Cittadini dell'ordine'.

Il progetto sperimentale durerà un anno e prevederà l'impiego di guardie giurate armate e a piedi per otto ore al giorno, tra le 15 e le 23, per cinque giorni alla settimana. L'iniziativa, finanziata dalla Pat con 50mila euro, interesserà l'area compresa tra via Torre Vanga, via Pozzo, via delle Orfane, piazza Santa Maria Maggiore, via Santa Margherita, via Tommaso Gar e piazza Da Vinci (zona 1) e di quella tra Largo Carducci, via Santa Maria Maddalena, vicolo Santa Maria Maddalena, via Dietro le Mura, via dei Ventuno, via Marchetti, parco San Marco, vicolo San Marco, via San Marco, vicolo della Mostra, piazza Mostra, passaggio Osele, via Suffragio e via San Pietro (zona 2).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

  • Incidente a Ledro, motociclista perde il controllo e si schianta: portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento