Continui furti nel cimitero: denunciata una donna del paese

Identificata una donna del paese, accusata di ripetuti furti di fiori e lumini nel cimitero

Dovrà rispondere di furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede e vilipendio di tombe una donna del posto identificata dalla Polizia Locale delle Giudicarie dopo una serie di indagini e accertamenti effettuati presso il cimitero di Javrè frazione di Porte di Rendena.

Da qualche settimana a questa parte erano giunte segnalazioni al Comune in merito al continuo furto di fiori dalle lapidi.UN danno non certo grave dal punto di vista economico, ma sicuramente odioso sul piano morale.

Il Sindaco di Porte di Rendena, Enrico Pellegrini, visto il ripetersi del reato, ha informato la Polizia Locale che ha avviato le indagini per risalire all'autore del reato, grazie all’ausilio di alcune fototrappole posizionate di notte dagli agenti.

Domenica pomeriggio l'ennesimo furto documentato dalle fototrappole. La donna è stata dunque identificata e denunciata.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento