Facoltà di Medicina: c'è l'accordo tra Trento, Verona e Padova

Via libera al progetto a tre, dall'anno prossimo gli studenti trentini che frequentano i corsi nei due atenei veneti potranno finire gli studi a Trento

Via libera alla Facoltà di Medicina a Trento: la notizia arriva con un comunicato stampa ufficiale dell'ateneo trentino, dopo due mesi di "contesa" con la Provincia, che spingeva per un ruolo di primo piano dell'Università di Padova nella nuova Scuola di Medicina in Trentino.

L'accordo tra Università e Provincia sembra essere raggiunto, anche vista l'imminente scadenza dei termini per presentare l'accreditamento presso il Ministero. Si tratta di una collaborazione a tre, tra le università di Trento, Verona e Padova, sebbene il coinvolgimento effettivo di quest'ultima università avverrà, a causa della scadenza sopra accennata, solamente in vista dell'anno accademico successivo, ovvero il 2021/2022. Una mediazione, dunque, tra i due progetti: quello presentato dalla Giunta e quello presentato da UniTn.

"Sono stati mesi intensi ma crediamo che la mediazione possa rappresentare per il Trentino e per la città un volano importante, facciamo crescere il nostro sistema e rispondiamo alla carenza di medici, ora dobbiamo lavorare ancora di più per farne sì che sia un progetto forte" ha dichiarato l'assessore alla Cultura Mirko Bisesti.

"Un risultato che arriva dopo settimane di confronto serrato, intenso ma sempre leale, tenuto conto dell'importanza della posta in gioco, a testimonianza del valore del gioco di squadra che ancora una volta ha consentito di valorizzare le risorse dell'autonomia e le sue peculiarità distintive. Resta ferma la volontà di attivare un progetto comune che preveda una effettiva e rilevante cooperazione accademica che possa ricomprendere gli atenei di Trento, Verona e Padova" si legge nella nota.

L'obiettivo resta quello di partire l'anno prossimo: "le tre università e la Provincia autonoma di Trento hanno concordato di attivare sin d'ora un tavolo di lavoro per definire ruoli, modalità e tempi per il coinvolgimento di UniPadova nel rispetto delle reciproche competenze, a partire dall’anno accademico 2021-2022".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Rettorato comunica che gli studenti trentini frequentanti la fase finale degli studi di Medicina a Verona o a Padova potranno terminare gli studi del quinto anno a Trento presso le strutture dell'Apss. Inoltre il progetto guarda anche oltre confine: "si auspica che la progettualità della Scuola di Medicina di UniTrento possa trovare terreno fertile all’interno della macroarea dell’Euregio, mediante la collaborazione con le istituzioni competenti per soddisfare le esigenze della popolazione che insiste su questo ambito territoriale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento