Facoltà di Medicina a Trento "contesa" tra Verona e Padova

L'Università di Trento vuole proseguire la collaborazione ventennale con Verona, Fugatti punta tutto su Padova e non retrocede

E' scontro sulla futura Facoltà di Medicina a Trento. Con la presentazione della legge di bilancio a fine anno il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti ha annunciato la volontà di aprire una Scuola di medicina a Trento, anche per sostituire i circa 200 dottori che andranno in pensione nei prossimi 5 anni.

L'Università di Trento collabora da quasi vent'anni con la Facoltà di Medicina di Verona attraverso accordi che prevedono corsi di specializzazione in Trentino per professioni sanitarie e tirocini negli ospedali trentini. A sorpresa la Giunta Fugatti ha invece avviato trattative con l'Università di Padova, che dovrebbe guidare la costituenda Scuola di Medicina trentina.

Un incontro a Trento tra i rappresentanti delle due università si è concluso con un nulla di fatto. E' probabile che l'intero progetto venga "rimandato a settembre" visto che mancano due settimane per l'accreditamento presso il Ministero. L'Università di Trento ha presentato un suo progetto, lamentando un coinvolgimento pressochè nullo nella decisione di affidare a Padova la guida della nuova Facoltà.

Per il rettore trentino Paolo Collini, intervistato dal TGR, "è importante prevedere in tempi rapidi una Scuola di Medicina radicata a Trento, e questo non è conciliabile con l'impostazione che l'Università di Padova ha dato al progetto". La battaglia è ancora in corso, ma il tempo sta per scadere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

  • Scuole chiuse per tutta la settimana, stop ai carnevali

Torna su
TrentoToday è in caricamento