Disco orario a pile per essere sempre in regola: la Polizia Locale scopre il trucco

Impossibile essere multati: il disco orario, sequestrato dagli agenti, è in pratica un orologio. Peccato che il trucco sia stato ben presto scoperto

Fatta la  legge, trovato l'inganno: il tipico proverbio italiano è stato applicato alla lettera da un automobilista che ha pensato bene di aggirare i limiti temporali della sosta con un disco orario automatico. Il curioso marchingegno è stato notato sul cuscottoo dell'auto incrimminata dagli agenti della Polizia Locale  di Madonna di Campiglio.

Si tratta di un disco orario in plastica, all'apparenza simile a quelli  usati da tutti gli automobilisti, che nasconde però un meccanismo a batteria per spostare le lancette in continuazione. Insomma, un vero e proprio orologio, applicato ad un disco orario. Impossibile essere fuori tempo. Il trucco, però, è stato ben presto scoperto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

Torna su
TrentoToday è in caricamento