Disco orario a pile per essere sempre in regola: la Polizia Locale scopre il trucco

Impossibile essere multati: il disco orario, sequestrato dagli agenti, è in pratica un orologio. Peccato che il trucco sia stato ben presto scoperto

Fatta la  legge, trovato l'inganno: il tipico proverbio italiano è stato applicato alla lettera da un automobilista che ha pensato bene di aggirare i limiti temporali della sosta con un disco orario automatico. Il curioso marchingegno è stato notato sul cuscottoo dell'auto incrimminata dagli agenti della Polizia Locale  di Madonna di Campiglio.

Si tratta di un disco orario in plastica, all'apparenza simile a quelli  usati da tutti gli automobilisti, che nasconde però un meccanismo a batteria per spostare le lancette in continuazione. Insomma, un vero e proprio orologio, applicato ad un disco orario. Impossibile essere fuori tempo. Il trucco, però, è stato ben presto scoperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento