Una settimana senza telefonino a Candriai per disintossicarsi dai social media

Curiosa esperienza, o esperimento, per alcuni ragazzi e ragazze che hanno ritrovato il piacere di condividere le proprie esperienze non in uno spazio digitale ma reale

Una settimana senza cellulari, quindi senza social network, per rientrare  in contatto con se stessi, socializzare con gli altri ma anche riflettere sulle cause della "dipendenza", di cui soffre tutta la  società, dalla vita "digitale". 

E' quanto emerge dal racconto di uno dei partecipanti al Summer Camp di Social Media Detox, organizzato dall'Ufficio Politiche Giovanili del Comune. La location, il Centro Formativo Aerat a Candriai sul Monte Bondone, ha di sicuro dato una mano ai partecipanti ad estraniarsi dalla vita digitale. 

Diverse le tecniche per liberarsi dall'ossessione della condivisione con la rete: per esempio quella di formare gruppi all'interno dei quali condividere pensieri e racconti, gruppi formati da persone reali, naturalmente. Si scopre così che qualcuno dei partecipanti ha già iniziato un percorso di "liberazione" rinunciando al telefonino per un giorno in settimana.

Può sembare banale, ma non lo è. Il Summer camp organizzato a Trento ha permesso ai ragazzi ed alle ragazze di estraniarsi da una dimensione che è diventata pervasiva, soprattutto per i giovani nati negli anni '90. Una sorta di piccolo esperimento sociale. Da ripetere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento