Censimento anche in Trentino: rispondere è obbligatorio, previste sanzioni

Un comunicato della Provincia fa chiarezza sulle modalità di svolgimento del Censimento permanente in atto anche in Trentino

Sono iniziate, sul territorio nazionale, per concludersi il 20 dicembre 2018, le operazioni legate al nuovo censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. In Trentino, la rilevazione viene condotta dall’Istat in collaborazione con l’Istituto di statistica della provincia di Trento (ISPAT). La Giunta provinciale, come previsto dalle norme che regolano la competenza in materia di censimento, ha approvato oggi l’intesa che regola i rapporti e l’organizzazione dei lavori tra l’Istituto nazionale di statistica e quello della Provincia autonoma di Trento.

Rispondere al censimento è obbligatorio e nel caso di violazione di questo obbligo sono previste sanzioni. Quest’anno in Trentino saranno coinvolte circa 14.000 famiglie divise in 57 comuni, di cui 17 presenti nel campione di comuni ogni anno fino al 2021 e 40 comuni a rotazione nei 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano almeno una volta alle rilevazioni censuarie.. Infatti, a differenza dei censimenti del passato, l’ultimo dei quali svolto nel 2011, con i censimenti permanenti ogni anno sarà coinvolto solo un campione rappresentativo di comuni e, in questi comuni, solamente un campione di famiglie e di abitazioni. 

Le famiglie che hanno ricevuto o riceveranno una lettera intestata direttamente da Istat, con le informazioni per la compilazione del questionario, potranno compilare in modo autonomo il questionario online. Per le famiglie impossibilitate ad accedere ad Internet o che incontrano difficoltà nella compilazione verranno messi a disposizione anche altri canali di restituzione con il supporto degli Uffici Comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per coloro che non hanno risposto autonomamente, i rilevatori comunali si recheranno infatti presso le famiglie. Le famiglie che, invece, troveranno affissa una locandina sul portone e una busta nella cassetta delle lettere con l'avvio che passerà un rilevatore per realizzare l'intervista a casa dovranno fissare un appuntamento per effettuare l'intervista. E' stato attivato  anche un apposito numero verde per la richiesta di informazioni: (dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 21.00) 800.811.177.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento