Controlli della finanza sulle timbrature in Comune a Trento: nessuno irregolare

Verifica a campione delle fiamme gialle su presenza effettiva e timbrature

Finanzieri (repertorio)

Buone notizie a Trento. Dopo un controllo su timbrature e presenza effettiva dei dipendenti in servizio del Comune, la guardia di finanza ha potuto constare la totale regolarità dei lavoratori. 

Ad essere stato sottoposto a una verifica ispettiva il servizio cultura del Comune di Trento, dove non è stata riscontrata alcun tipo di anomalia. La presenza delle fiamme gialle nei giorni scorsi si inserisce nell'ambito dei controlli attivati a campione dal Dipartimento della funzione pubblica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta - specifica il Comune di Trento in una nota - di controlli che vengono effettuati periodicamente a campione. Non è stata rilevata alcuna irregolarità - precisa il Comune - come registra il verbale poi consegnato all'amministrazione. "Questa verifica conferma che i controlli nella pubblica amministrazione vengono effettuati e che i dipendenti del Comune di Trento sono costantemente impegnati a gestire i servizi per il cittadino", conclude il Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento