Scuola: la Provincia lancia due mega-concorsi per assumere insegnanti

Assunzione a tempo indeterminato alla scuola primaria ed a quella secondaria di primo e secondo grado Ecco tutte le informazioni

Concorso straordinario per titoli per l'assunzione di docenti nella scuola trentina: la Giunta provinciale ha dato il via libera alla stabilizzazione degli insegnanti precari attraverso due concorsi, uno per la scuola primaria ed uno per quella secondaria di primo e secondo grado.

Concorso scuola primaria

Il primo prevede l’assunzione a tempo indeterminato del personale docente della scuola primaria, per posti di sostegno e per l’insegnamento delle lingue straniere inglese e tedesco nella scuola primaria delle scuole a carattere statale. Maggiori informazioni sulla pagina della Provincia
Alla procedura concorsuale sono ammessi a partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

a)abilitazione all’insegnamento conseguita dopo aver frequentato i corsi di laurea in scienze della formazione primaria - indirizzo scuola primaria -, successivamente all’anno accademico 2013/2014;

b)diploma di istituto magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, o eventuali titoli a esso equipollenti, conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002;

c)per i posti di sostegno, diploma di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità per i posti di sostegno per la scuola primaria.

d)per l’inserimento negli elenchi di lingua straniera (inglese - tedesco), idoneità alla lingua straniera

e)servizio di insegnamento prestato per almeno tre anni nelle istituzioni scolastiche provinciali o nelle istituzioni scolastiche paritarie del sistema educativo provinciale o nelle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione negli otto anni scolastici precedenti la data di presentazione delle domande stabilita da questo bando (ovvero dall’anno scolastico 2011/2012 all’anno scolastico 2018/2019);

f)essere iscritti nelle graduatorie di istituto della provincia di Trento valide per il triennio 2017/2020;

g)non essere già assunti a tempo indeterminato nelle scuole statali e nelle istituzioni scolastiche provinciali a carattere statale nella medesima figura professionale.

h)non aver rinunciato all’assunzione a tempo indeterminato a seguito dello scorrimento delle Graduatorie Provinciali per Titoli per il medesimo posto/sostegno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concorso scuola secondaria di I e II grado

Il secondo è riservato agli insegnanti già inseriti nelle graduatorie di istituto provinciali in possesso di abilitazione, che hanno svolto un periodo di almeno tre anni di servizio, negli otto anni scolastici precedenti la data di presentazione della domanda (dall’anno scolastico 2011/2012 all’anno scolastico 2018/2019). Il bando consentirà infatti al personale docente in possesso dei requisiti previsti dalla normativa, di presentare domanda di ammissione al concorso riservato per titoli. "Un provvedimento, quello approvato oggi dalla Giunta provinciale, finalizzato a valorizzare attraverso la stabilizzazione le numerose professionalità che da anni lavorano nella scuola trentina con incarichi a termine" spiega una nota. Maggiori informazioni sulla pagina della Provincia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento