Valsugana: ciclabile sulla vecchia strada dei Crozi

Una pista ciclabile sull'ex sede stradale della SS 47. Consegnati i lavori: entro fine anno sarà realtà

Un'immagine d'epoca della vecchia strada, Praateriarossa https://www.youtube.com/watch?v=KNvMTxqoJP0

Consegnati oggi i lavori di realizzazione della “Pista ciclopedonale Valsugana: Tratta Crozi - Ponte Alto”. L’intervento rientra nel progetto complessivo di collegamento ciclopedonale tra la Val d’Adige e la Valsugana, con particolare riguardo al tratto Trento-Pergine. La nuova ciclabile, che sarà ultimata entro la fine dell'anno, costituisce un intervento strategico, sia per il cicloturismo sia per la mobilità alternativa. Il tratto interessato va dalla rotatoria di Ponte Alto, nei pressi di San Donà, alla vecchia strada dei Crozi, per quasi 700 metri di lunghezza.

Si prevede la realizzazione di un sottopasso alla S.S. 47, in prossimità della progr. Km 126+400 ca., per portare la pista sul lato opposto della strada statale. Il sottopasso avrà dimensioni interne nette di 3,50 m x 3,50 m e lunghezza 43,08 m. Tramite una rampa lunga 83,90 m, con pendenza dell’8,00%, la pista risalirà a livello del piano di campagna e si immetterà sulla vecchia strada dismessa dei Crozi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal punto di vista dell’impatto sul traffico si prevede una leggera deviazione della S.S. 47 dall’uscita della galleria di Martignano in direzione Padova. Verrà garantito il transito su due corsie di marcia con una larghezza utile di m 6,50 e limitazione della velocità a 50 Km/h.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus: si va verso la proroga fino al 30 aprile, arriva il "mini-reddito" anche per chi è in nero

Torna su
TrentoToday è in caricamento