Capanna Viote: nuova gestione per il ristorante comunale sul Monte Bondone

Dopo sette anni ecco chi subentrerà alla gestione della famiglia Zanlucchi

Capanna Viote pronta a riaprire

Nuova gestione per la Capanna Viote, di proprietà comunale all'interno del Centro Fondo sul Monte Bondone. Ad aggiudicarsi la concessione per i prossimi 9 anni è la Trento Facility S.r.l., insieme a società del gruppo Proges, spcializzato in servizi alla persona. Il servizio sarà infatti affidato a Bricc@, cooperativa sociale con esperienza nel settore sui rifugi dell'Appennino parmense.

Si conclude così la gestione della famiglia Zanlucchi, di Garniga Terme, che per sette anni ha gestito la capanna enza chiudere praticamente mai, con ogni condizione atmosferica, incluse le recenti nevicate primaverili. Un ringraziamento personale è contenuto nella nota con la quale il Comune annuncia la nuova gestione.

In questi giorni, il Centro è aperto con gli spogliatoi e i bagni ad accesso libero e con il consueto orario 8 - 17 ogni giorno. Sono in corso lavori di ammodernamento della cucina e di riassetto dei locali, il servizio bar e ristoro sarà perciò garantito con orario 8 - 18 dal 18 giugno, mentre dal 29 giugno sarà attivo il serbizio ristorante vero e proprio con gli stesi orari più la cena a prenotazione.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Sedicenne trentino grave dopo un tuffo da 10 metri in Salento

Torna su
TrentoToday è in caricamento