Attentato al Tribunale, il sindaco Valduga: "Inaccettabile nella città della Pace"

Il messaggio di condanna del sindaco di Rovereto dopo l'attacco incendiario al Tribunale, secondo episodio in un mese

Due attentati incendiari in meno di un mese a Rovereto, Città della Pace. E' di condanna, ma anche di sgomento ed esasperazione il messaggio diffuso dal sindaco Valduga in seguito all'attacco incendiario che ha colpito una delle porte del Tribunale.

"Un atto inaccettabile e da condannare, anzitutto perchè colpisce un luogo simbolo, il Tribunale, dove si amministra la Giustizia che è tutela per tutti i cittadini, ma in particolare per i più deboli. Proprio per questa sua funzione, sono da condannare gli atti di presunta giustizia fai-da-te. Inoltre è l'ennesimo e ravvicinato segnale di violenza che una città come la nostra, del dialogo e del confronto, non può che rifiutare" scrive il sindaco.

"Mi auguro che gli inquirenti possano rapidamente individuare gli autori del gesto e che ogni dettaglio utile ad individuare e circoscrivere chi fomenta le logiche del disordine e della violenza, possa essere messo a disposizione delle Forze dell' Ordine". Questa l'amara conclusione del primo cittadino roveretano. Il suo commento si agiunge ai tanti messaggi di condanna diffusi oggi dalle istituzioni, a partire dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti, fino ai sindacati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento